Image Alt
i quattro biotipi

Biotipo III – Somatotropinico

CARATTERISTICHE FISICHE

La somatropina è l’ormone dominante. Il gh. L’ormone della crescita e dello sviluppo. E già solo con questo si pò intuire molto. Forza, concretezza e stabilità che da la Terra. Ossa e muscoli sviluppati. Il classico tipo che anche se non si allena ha i muscoli. Le differenze con l’adrenalinico sono caratteriali e aimeh nel metabolismo rallentato. Sempre differentemente dall’adrenalinico è fisicamente più solido, le famose ossa grosse. Spalle larghe ma oblique piuttosto che dritte. Viso squadrato pelle calda umida e ben idratata difficilmente va incontro a segni del tempo. I capelli sono folti e spessi con cute grassa e unticcia. I glutei sono squadrati o se allenato a cuore. Soffre di inestetismi e cellulite dura legati non tanto alla ritenzione idrica quanto al deposito costante di tossine. I problemi del somatotropinico sono legati al “solido”. Coaguli, trigliceridi alti, fibromi, cisti, muco, colesterolo alto ipertensione. La parola che lo caratterizza è pesante. L’accumulo è principalmente sulla pancia e tronco.

CARATTERISTICHE PSICOLOGICHE

Caratterialmente è un bonaccione tranquillo. Basta non farlo arrabbiare. Ospitale e bonario. Parola d’ordine famiglia. Non è ne ambizioso ne competitivo piuttosto accondiscendente. Tranquilizza tutti. Mette la pace. È il classico amante delle tradizioni, delle abitudini e della buona cucina. Fin troppo della buona cucina perché i suoi problemi, anche se pochi perché gode di una salute di ferro, dipendono tutti dalla sua dieta. È goloso. Non mangia per stress ma mangia proprio perché gli piace. Ecco perché mettere a dieta questo biotipo si rischia di fargli del male. Il regalo più grande che potete fargli è organizzare cenoni fra amici.
Ha una resistenza fisica esagerata. Non conosce la parola cortisolo ed è in questo modo che si può lavorare il suo corpo. Il suo ormone dominante va sfruttato. Circuiti metabolici con i pesi, dove si vedranno aumenti di massa magra che stupiranno e cardio per creare il deficit. Per fargli fare del movimento sarà un impresa perché tende ad essere molto pigro e letargico.

ALIMENTAZIONE

La dieta quindi non deve mancare di molte proteine, anche perchè il suo corpo le richiede e lui ne è molto goloso. È un tipo differentemente da tutti gli altri che non ha problemi a saltare i pasti quindi per creare un deficit dalla dieta si potrebbe ricorrere al digiuno intermittente. Lo sopporta bene e saltare la colazione potrebbe non pesargli se poi passa la sera in famiglia con un buon piatto caldo da condividere. La dieta dev’ essere bilanciata. Con carboidrati proteine e grassi sempre presenti. Se allenato tollera benissimo i carboidrati e familiarizza poco con i grassi che però gli piacciono tanto. Una buona ciclizzazione dei grassi nei giorni on e off potrebbe essere la chiave.
Deve sfruttare i sapori piccanti amari ed astringenti, riso basmati, grano saraceno mais e segale, limitando i sapori dolci come avena, miglio riso bianco e orzo. Frutta da limitare quella grassa e dolce. I latticini possono provocargli muco e sarebbe l’unico alimento che andrebbe eliminato almeno per un po’ e che lo infiamma particolarmente. E aimeh è ghiotto di formaggi. Per lui i regimi vegani e vegetarini sono una violenza.

INTEGRAZIONE

L’integrazione deve puntare sullo stimolo metabolico e sull’inibire l’assimilazione dei macronutrienti quali carboidrati e grassi Cannella, acido alfa lipoico, fagiolo bianco, glucomannano. Quindi via libera a termogenici come l’acetil carnitina, forskolina e la ceffeina che attiveranno i motori prima degli allenamenti. Per il muco e le tossine sarebbe bene fare un ciclo di tarassaco, cardo mariano glutatione e NAC. Deve fluidificare il sangue quindi bene i drenanti come centella bromelina pilosella. Che aiutano a gestire la pressione bassa. Omega 2 e monakolina k sempre presenti per prevenire disturbi cardiovascolari.

Allenamento

Nell’allenamento va sfruttato al massimo il Gh sia per la massa magra sia per la lipolisi quindi bisogna puntare sul volume. Circuiti metabolici veloci con alte ripetizioni li tollera benissimo. È MOLTO FORTE E RESISTENTE. Anche se è pigro puo permettersi di fare lunghe passeggiate. Per i suoi glutei sporgenti e sodi o squadrati che dipendono dal suo grado di allenamento vanno benissimo tutti i bridge e tutti gli hip thrust slanci e abduzioni. Se è soggetto a cellulite e circolazione rallentata all’inizio bisogna far attenzione anche con lui a salti piegamenti e gravità. Con il tempo poi potrà permettersi tutto.

Close

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur
adipiscing elit. Pellentesque vitae nunc ut
dolor sagittis euismod eget sit amet erat.
Mauris porta. Lorem ipsum dolor.

Working hours

Monday – Friday:
07:00 – 21:00

Saturday:
07:00 – 16:00

Sunday Closed

Our socials
About