Image Alt
Leggi l'articolo

Silvia Pegoraro

Si continua con la nuova vita. Con la quarantena.Con gli arresti domiciliari.Con l’ adattamento forzato.

Vi dirò cosa penso,e cercherò di spiegarvi il mio punto di vista.

È possibile migliorare con l’allenamento a casa ?

Sni . Si e no.Dipende.

Da cosa?

Risposta scontata.

Dalla testa.

Innanzitutto parlo per chi vuole mantenere una composizione corporea decente con una buona percentuale di muscolo e non mi rivolgo a chi vuole solo perdere adipe . Sarebbe un discorso inutile poichè per quello scopo potrebbero bastare circuiti tapis roulant e dieta.Un deficit calorico totale insomma.Opinabile come scelta.

Sappiamo (non tutti purtroppo) che l’ ipertrofia si ottiene non solo con i “pesoni”.Che l ipertrofia non è per forza “la forza” (bel gioco di parole che mente).Piuttosto è la capacità di dare a un muscolo stimoli diversi e intensi in modo continuo.”Romperlo e stressarlo” in maniera differente e ripetuta ogni tot nel tempo. Non è che il nostro corpo capisce se stiamo usando una delts machine o un elastico se ha la stessa resistenza.Ne il corpo sa contare ripetizioni e secondi spaccati di recupero (vale la stessa cosa per i macros a grammi considerando che il nostro intestino non è un bilancino da spacciatore)Dubito che facendo

uno squat le nostre gambe sappiano che lo stress sul muscolo è indotto da 60 kg sulle spalle o da un movimento a rallentatore o con varie isometrie(provare per credere).

Quindi secondo me, perchè alcuni non la pensano cosi, si riduce tutto alle varie tecniche di instensità applicate a un muscolo, al VARIARE degli stimoli che gli si trasmettono all’ attivazione di questo e all’ attrezzatura piu o meno seria che si utilizza.Si perche gli “atterezzi” e i “macchinari” servono proprio a permettere di eseguire i movimenti più idonei ad attivare il muscolo target permettendo cosi di concentrarsi meno sul movimento corretto, sul non farsi male e permettono appunto di “caricare” peso e avere quindi una progressione dei carichi,necessaria e fondamentale per avere un adattamento.Bottiglie e padelle non sono di sicuro disegnate per il nostro corpo.Strumenti adattati a pesi non sono programmati per farci tenere polsi caviglie e quant’ altro nella posizione corretta.Per essere tenuti in mano con una presa favorevole. Lo stress che ha un muscolo nella situazione di attrezzi giusti e macchine è soprattutto il peso.Ci vuole anche la tecnica ovvio ma si è molto piu “accompagnati”e si ha meno difficolta a trovare la strada giusta.Quindi già il procurarsi un attrezzatura seria fa una differenza sostaziale.

-Mini bands con più resistenze

-elastici aperti e chiusi con accessori intercambiabili quali manopole cavigliere e fermo per la porta

-manubri componibili almeno fino a 16 kg

-Step ,panca o mobiletti stabili

Opzionale ma tattico

-bilanciere componibile (sarebbe bello arrivare almeno a 40 kg ma anche meno va bene)

Discorso ancora diverso se si vuole utilizzare il trx, fare calistenico kettlebell o quant’ altro.

Con queste tipologie di allenamenti si può ottenere una buona composizione corporea?

Si .Sempre se fatti nella maniera corretta e con costanza.

Allenarsi a casa è MOLTO piu difficile.

E per molti (eccomi) poco divertente.Diventa quasi un esame di matematica.Noioso.

Mettiamoci che qualcuno ha difficolta nell attivazione di un muscolo target importante come i glutei ed è la fine.Si rischia di non divertirsi più .Di passare più tempo a trovare la posizione giusta e il movimento giusto per attivarlo piuttosto che ad allenarlo ,soprattutto perchè questo ha bisogno di stimoli intensi per ipertrofizzarsi.

Quasi tutti nella palestra (quindi sto parlando dei frequentatori e amanti di questa)ricerchiamo si un miglioramento estetico ,ma soprattutto divertimento e uno stop mentale dalla vita, un rito e un nido dove stare bene.

Quindi alla domanda “si puo migliorare”.Si si puo.Ma deve piacere.E bisogna saperlo fare.

Concentrarsi.Conoscere il proprio corpo.Saper variare.Fare i movimenti giusti che possono essere anche diversi da quelli che si fanno in palestra.Non bisogna “spostare l aria” ma bisogna dare il massimo.

Bisogna dare il 100% come lo si da in sala pesi consapevoli che quel 100 è totalmente diverso e può non piacere.

Può non essere stimolante e il lavoro può “non essere sentito” come lo si sente con gli attrezzi giusti e l ambiente giusto.Sono piu cose insieme che fanno dell allenamento qualcosa di efficace ed efficiente non per forza solo un movimento.

Poi bisogna saper contestualizzare in base agli attrezzi che si possiedono e agli obiettivi estetici.Bisogna sicuramente attrezzarsi.E da questo bisogna ricominciare quasi da zero.Imparare di nuovo ad allenarsi in maniera totalmente differente.Cosa non facile quando si hanno degli schemi precisi da anni .

Ci sono ragazze che sono molto piu brave e si impegnano molto di piu in casa ottenendo risultati fantastici.E che si ritrovano molto di piu in un allenamento a corpo libero “meno aggressivo e “maschile”o con poche cose specifiche piuttosto che chiuse tra il ferro e altre persone.

Concludendo anche qui la testa fa la differenza e il risultato finale. A casa si ,si può migliorare anche dal punto di vista ipertrofico ma , non tutti sono in grado di farlo.

Per quanto riguarda la dieta è sempre quella la regola.

Più vi muovete più potete consumare carboidrati .Meno vi muovete più saranno importanti le proteine per prevenire il catabolismo .

Meglio non parlare di questo argomento qui quindi la tocco così cosi alla leggera.

Close

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur
adipiscing elit. Pellentesque vitae nunc ut
dolor sagittis euismod eget sit amet erat.
Mauris porta. Lorem ipsum dolor.

Working hours

Monday – Friday:
07:00 – 21:00

Saturday:
07:00 – 16:00

Sunday Closed

Our socials
About